Progetto edilizio

Il grande progetto edilizio dal 2015 al 2019

Nello spirito del fondatore Guido A. Zäch, il Gruppo Svizzero Paraplegici (GSP) intende mantenere il suo ruolo di leader nel campo della paraplegia che comprende la medicina acuta, la riabilitazione e l’assistenza a vita delle persone con lesione midollare. Con questo progetto edilizio di ampliamento scriviamo il prossimo capitolo di una straordinaria storia vincente.


Con un’occupazione letti intorno al 97%, il Centro svizzero per paraplegici (CSP) raggiunge il limite di capienza massima. Il nostro intento è di poter rispondere anche nell’avvenire all’incremento e all’invecchiamento demografico, e con ciò al crescente numero di persone che diventano mielolese a causa di malattie. Abbiamo pertanto bisogno di maggior spazio.


Con il progetto edilizio, il numero dei letti aumenta da 150 a 190, ci sono nuove sale operatorie, un'unità di terapia intensiva ampliata con migliori opzioni per i trattamenti post-operatori, più spazio per i trattamenti dei pazienti acuti, una farmacia pubblica; nel nuovo centro per i visitatori gli ospiti ottengono informazioni individuali sul tema della lesione midollare, gli uffici di diversi reparti sono organizzati in «multispaces», e grazie al nuovo parcheggio ci sono più di 240 nuovi posti auto.

 

Siamo orgogliosi del campus di Nottwil,
perché noi assistiamo i paraplegici. A vita.

Tappe fondamentali del progetto edilizio

  • Una delle tante missioni della Fondazione svizzera per paraplegici consiste nel far conoscere alla popolazione svizzera più da vicino la realtà delle persone paraplegiche in tutte le sue sfaccettature e sensibilizzare maggiormente verso questo problema. Da anni sono aumentate le richieste di visite guidate presso il nostro Centro svizzero per paraplegici.

    Tuttavia, con 10 000 visitatori l'anno, la clinica ha raggiunto il proprio limite di capacità ricettiva. La costruzione di un Centro visitatori dovrebbe servire a risolvere questa situazione. Inoltre, questo centro offre anche la possibilità di avvicinare i visitatori alla problematica delle lesioni midollari con un nuovo approccio. Invece di partecipare a una classica visita guidata per il CSP, qui si basa tutto sul concetto di autoconsapevolezza: le esposizioni sono multimediali e interattive in modo da far arrivare le informazioni agli ospiti in modo semplice e coinvolgente.

    Fondazione svizzera per paraplegici - donazione centro visitatori

    Visualizzazione del Centro visitatori realizzata. Architettura: Hemmi Fayet Architekten, Visualizzazione: nightnurse images Gmbh

  • Aria di festa nel Centro svizzero per paraplegici: l'ala nord è completa, adesso sono in corso i lavori per le finiture interne. Giovedì 29 giugno 2017, è stata celebrata la cerimonia di inaugurazione. L'ala nord è la più grande opera di ampliamento nell'ambito del progetto edilizio pluriennale relativo al campus di Nottwil.

  • Il nuovo parcheggio nell'area del Gruppo Svizzero Paraplegici (GSP) è in funzione dalla fine del mese di aprile 2017. È stato aperto anche il ponte che collega l'Hotel Sempachersee con l'Istituto Guido A. Zäch (GZI). Inoltre una nuova segnaletica aiuta i visitatori ad orientarsi meglio all'interno di questo ampio complesso.

  • «Tiriamoci su le maniche e cominciamo!» Il 1° ottobre 2015, i responsabili della Fondazione svizzera per paraplegici e del Centro hanno dato il via al progetto edilizio che durerà circa quattro anni. Contemporaneamente all'inizio dei lavori per l’ampliamento e il rinnovo della Clinica ci sono stati i festeggiamenti per l’80esimo compleanno del fondatore Guido A. Zäch. Un inizio solenne per un ulteriore capitolo nella storia vincente di quest’opera assistenziale sostenuta ampiamente su scala nazionale.

Come raggiungere Nottwil

Aderire ora come membro e ricevere in caso d’emergenza un sussidio sostenitori di CHF 250'000.

Donare ora per sostenere i nostri progetti a favore delle persone para e tetraplegiche.