Progretti completati

  • In molti casi, gli impianti sanitari sono concepiti per soddisfare le esigenze personali della persona disabile, il che non facilita il compito di sostituire un eventuale dispositivo difettoso. Insieme all'iniziatore del progetto, Christian Hamböck, il responsabile del progetto Andreas Gautschi del Centro per l'innovazione di tecnologie assistive (IAT) ha sviluppato un copriwater da viaggio.

    Scopo del progetto era quello di fabbricare un rialzo per WC – che solitamente è un ausilio a montatura fissa – in versione amovibile. Questo al fine di ampliare ulteriormente il raggio di autonomia, nella fattispecie per eliminare una delle barriere architettoniche che si è soliti incontrare durante i viaggi.

    L'alzawater amovibile può essere montato facilmente al posto di un normale copriwater standard. Il dispositivo è concepito in modo da essere piegato nella metà e, grazie  alla sua compattezza, è comodamente trasportabile in valigia.

    Questo alzawater è prodotto con l'aiuto di una tecnologia stampante tridimensionale che lo rende leggero e semplice da pulire. 

  • Per eseguire l'autocateterismo, le donne devono ricorrere a uno specchietto. Dato che in molti casi utilizzano dispositivi fai da te che non rispondono interamente alle esigenze, c'era necessità di un ausilio che risolvesse questo problema in maniera discreta anche fuori dalla propria sala da bagno.

    L'iniziatrice del progetto Andrea Gunziger (Neurourologia del Centro svizzero per paraplegici) ha ideato insieme ad Andreas Gautschi, il responsabile del progetto, uno specchietto dotato di un braccio flessibile a collo d'oca e di una molletta fissabile al telaio o al sedile della sedia a rotelle, oppure al copriwater. Un sistema d'illuminazione incorporato ne consente l'utilizzo anche in ambiente poco illuminato.

  • Le operazioni di chirurgia della mano sono complesse e influenzano la futura qualità della vita del paziente.

    Per i medici era sinora difficile – per mezzo di illustrazioni bidimensionali – spiegare nel dettaglio e in maniera comprensibile ai loro pazienti la portata di un'eventuale operazione, inclusi i rischi e le opportunità.

    Per rispondere al desiderio del responsabile della Chirurgia della mano del Centro svizzero per paraplegici, Jan Fridén, è stato elaborato un software che consente di rappresentare nei minimi dettagli un intervento chirurgico per mezzo di una simulazione computerizzata tridimensionale. Il programma è in grado di illustrare i tendini e i muscoli di un corpo umano nella fase pre, intra e postoperatoria, evidenziandone la capacità di movimento.

    Prof. Dr. med. Jan Fridén berät einen Patienten.

    Prof. Dr. med. Jan Fridén consiglia un paziente.

    Questa soluzione rafforza la fiducia del paziente e diminuisce eventuali apprensioni.

    La visualizzazione delle operazioni in un corpo umano digitalizzato e pressoché realistico illustra nei minimi dettagli l'obiettivo dell'operazione chirurgica. Ciò migliora lo scambio di informazioni con il personale specializzato e quindi la comprensione da parte del paziente.

    Guardando al futuro, non è escluso che l'utilizzo di questo software e di questa visualizzazione virtuale realistica del corpo umano animi i medici chirurghi ad intraprendere degli interventi innovativi.

    Abbildung eines Unterarms in der Tetrahand Visualisierungs-Software

Aderire ora come membro e ricevere in caso d’emergenza un sussidio sostenitori di CHF 250'000.

Donare ora per sostenere i nostri progetti a favore delle persone para e tetraplegiche.