Chiropraktik

Chiropratica

Universalità e individualità

La chiropratica prevede un approccio globale per il trattamento manuale di disturbi funzionali dell'apparato locomotore e in particolar modo della colonna vertebrale. L'ambito di applicazione è estremamente ampio, non prevede limiti di età e gli effetti sono strabilianti.
Sulla base di un colloquio riservato, una visita clinica e indagini radiografiche, il chiropratico formula una diagnosi ed imposta una terapia a regola d'arte su misura.

 

Esperienza e competenza

A livello organizzativo, il reparto di Chiropratica del Centro svizzero per paraplegici è aggregato all'Ambulatorio. Un'infrastruttura multifunzionale e la stretta collaborazione con altri specialisti garantiscono massima competenza in ogni singola fase delle terapie.
Il responsabile è il Dr. Ernst W. Schroeder, chiropratico. Avendo maturato una formazione specifica che include anche uno studio di specializzazione pluriennale negli Stati Uniti, ha una grande esperienza professionale a livello pratico. Come specialista autonomo svolge attività di consulenza presso il CSP e gestisce un proprio ambulatorio a Berna.


Pazienti ricoverati e ambulatoriali

La chiropratica costituisce parte integrante dell'offerta di riabilitazione globale rivolta a para- e tetraplegici ricoverati presso il CSP. Eseguiti in regime ambulatoriale, i trattamenti chiropratici sono accessibili anche a persone in grado di camminare.

Per esempio, per i seguenti disturbi e dolori:

  • colpo di frusta

  • cefalee (contrazioni, emicranie)

  • attacchi di vertigini

  • torcicollo (torticollis)

  • lombaggine

  • dolori cronici ai reni

  • sciatica, ernia del disco

  • problemi alle articolazioni: spalla, gomito, mano, anca, ginocchio e piede

  • disturbi organici, in particolare in neonati e bambini piccoli: infezioni otorinolaringoiatriche, coliche del primo trimestre, asma


Abilità manuale e precisione meccanica

Fra le oltre cento tecniche chiropratiche, una delle più efficaci è quella basata sul meccanismo collassabile e sullo strumento terapeutico.
Il meccanismo collassabile incorporato in un piano consente la massima precisione nella regolazione dell'effetto dinamico e permette di abbassare di qualche centimetro parti della superficie del piano. Tale movimento viene trasmesso sulle singole sezioni della colonna vertebrale senza provocarne la distorsione.
Lo strumento terapeutico invia un impulso direttamente sulla vertebra. Per contenere la forza, l'applicazione avviene a velocità elevata. La terapia può essere completata da trattamenti muscolari.

 

Causa ed effetto

I blocchi funzionali segmentali della colonna vertebrale possono avere molteplici cause. Già al momento della nascita può succedere che singole vertebre si muovano a «scatti», come un cassetto difettoso. Più frequentemente dolori e limitazioni della libertà di movimento si manifestano come conseguenza acuta o ritardata di incidenti e lesioni, a volte in seguito a scontri stradali, cadute, errate tecniche lavorative (piegamenti, sollevamento di pesi), lento logorio dovuto ad attività professionali, sportive o ricreative. Tutto ciò può riguardare non solo la colonna vertebrale, ma anche le articolazioni, quali mano, gomito, spalla, ginocchio e piede.
L'obiettivo del chiropratico è ripristinare l'armonia di movimento dell'intera colonna vertebrale e la corretta oscillazione dei singoli segmenti vertebrali.

 

Trattamenti e tecniche

Speciali manipolazioni e tecniche mettono in moto complessi meccanismi riflessi. Tutto questo influenza la statica e le funzioni della colonna vertebrale. Il lavoro svolto su un singolo segmento si riflette sull'intero sistema. Infatti, nel punto in cui è localizzato il dolore non sempre risiede anche la sua reale causa.
Spesso il dolore alla parte bassa della schiena è causato da una vertebra cervicale schiacciata o bloccata. Il trattamento correttamente eseguito secondo questa metodologia è efficace anche in caso di disturbi organici e attiva in generale le capacità di autoguarigione del paziente.

 

In molti casi la chiropratica può costituire un rimedio duraturo per i disturbi o persino evitare il ricorso a interventi chirurgici.

Riconosciuta e garantita

La chiropratica viene dagli Stati Uniti, dove il metodo terapeutico venne usato per la prima volta nel 1895 da David D. Palmer che più tardi fondò anche la prima scuola di formazione in questa disciplina. In Svizzera la chiropratica viene praticata dal 1931, seppure illegalmente all'inizio. Nonostante la decisa resistenza dei rappresentanti della medicina tradizionale, questo nuovo metodo terapeutico si è lentamente affermato.
Nel frattempo, la chiropratica ha da tempo ottenuto il riconoscimento legale. I costi vengono coperti interamente dalla cassa malattia o dall'assicurazione contro gli infortuni, anche quando il paziente richiede spontaneamente i trattamenti senza l'indicazione del medico di base (eccetto il modello HMO e il modello Medico di famiglia).

Il nostro esperto

Contatti

  • Studio di Nottwil

    Martedì e giovedì
    Telefono +41 41 939 53 77

  • Studio di Berna

    Lunedì, mercoledì, venerdì
    Telefono +41 31 352 66 88

Vi potrebbe interessare anche

Aderire ora come membro e ricevere in caso d’emergenza un sussidio sostenitori di CHF 250'000.

Donare ora per sostenere i nostri progetti a favore delle persone para e tetraplegiche.