Comunicazione sanitaria

La comunicazione riveste un ruolo cruciale nell’assistenza sanitaria. La comunicazione permette la condivisione delle informazioni sanitarie tra professionisti e pazienti e tra i professionisti stessi del settore. La comunicazione è alla base dell’educazione del paziente e delle campagne sanitarie mirate ad aiutare i consumatori a prendere una decisione quando si tratta di questioni mediche. Ultimo aspetto, ma non per questo meno importante, la comunicazione tra persone interessate è un fattore chiave per una traduzione corretta delle conoscenze, p. es. per l’applicazione di quanto scoperto attraverso la ricerca al fine di orientare e migliorare le politiche e le pratiche sanitarie.

Per loro natura gli esseri umani sono portati a comunicare. Per essere efficace, tuttavia, la comunicazione richiede conoscenze, abilità e strategie. Pertanto, la comunicazione sanitaria intesa come disciplina scientifica si focalizza su: come interagire in maniera corretta nella comunicazione sanitaria interpersonale; come definire, implementare e valutare programmi adatti per l’educazione di pazienti e consumatori e come impegnarsi nella comunicazione interdisciplinare per implementare una formula di assistenza integrata.

Health Communication Swiss Paraplegic Research

Contatto

Progetti di ricerca

  • La comunicazione tra personale medico e paziente è fondamentale per mettere a fuoco e comprendere il punto di vista del paziente, ovvero le sue convinzioni, emozioni, esigenze e aspettative. Si tratta del processo alla base di ogni decisione condivisa: in altre parole, professionisti del settore, pazienti e familiari raggiungono una visione condivisa dei problemi del malato e insieme decidono il modo più adeguato per intervenire. La capacità del professionista sanitario di ascoltare, spiegare e interagire con il paziente e i suoi familiari può avere un effetto profondo sugli esiti sanitari biologici e funzionali così come sul livello di soddisfazione del paziente rispetto all’assistenza sanitaria ricevuta.

    Per questo ambito di competenza studiamo, teniamo e valutiamo corsi di formazione sulla comunicazione sanitaria per i professionisti del settore. Ci concentriamo sulle sfide insite nella comunicazione sanitaria tradizionale tra professionista e paziente, poste dalla gran quantità di informazioni mediche disponibili, specialmente online. I corsi di formazione si basano su modelli teorici ed esercizi di casi di studio che mostrano come i professionisti sanitari possano sostenere in maniera persuasiva le loro idee rispettando l’autonomia e l’autodeterminazione del paziente. Inoltre, ci concentriamo su corsi mirati a sviluppare le capacità comunicative del personale sanitario per le interazioni tra colleghi interni allo stesso team o appartenenti a team diversi.

  • Le campagne sanitarie sono una forma di intervento comunicativo di massa mirato a promuovere consapevolezza in merito ad alcune problematiche sanitarie attuali e un approccio adeguato alla propria salute. La progettazione di una campagna sanitaria passa attraverso tappe specifiche che includono: identificazione dell’oggetto della campagna e del pubblico target; ideazione di un messaggio convincente che dovrà essere trasmesso attraverso canali adatti e valutazione della campagna. Le campagne sanitarie sono uno strumento potente per promuovere l’educazione di pazienti e consumatori e metterli nella condizione di adottare un comportamento che favorisca la salute e il benessere.

    Per questo ambito di competenza progettiamo campagne sanitarie di massa e mirate sulla scorta delle teorie e dei modelli del social marketing.

  • Il termine autogestione si riferisce alle attività quotidiane che un individuo deve svolgere al fine di controllare o ridurre l’impatto della malattia sul proprio stato di salute fisica e sulla vita in generale. Health Literacy indica «le abilità cognitive e sociali che motivano gli individui e li rendono capaci di accedere, comprendere e utilizzare le informazioni in modo da promuovere e preservare la propria salute» (Organizzazione Mondiale della Sanità, 1998). Fondamentalmente, la health literacy è l’insieme di conoscenze e competenze che pazienti e consumatori devono possedere per saper gestire in modo corretto la propria salute e le malattie.

    In questo ambito di ricerca definiamo, implementiamo e valutiamo interventi mirati a consolidare la health literacy nel contesto dell’autogestione. Nello specifico, lavoriamo allo sviluppo di criteri teorici di autogestione ed health literacy per patologie croniche complesse e la prevenzione delle malattie. Inoltre, ci impegniamo a definire, testare e valutare interventi volti a migliorare la health literacy e l’autogestione attraverso il ricorso alle tecnologie, in particolare siti Web interattivi e orientati al consumatore come ad esempio mHealth («app»).

    Link: https://community.paraplegie.ch

  • Creare punti di contatto tra la ricerca, la politica e la pratica non è un processo lineare. Infatti, il contenuto scientifico da tradurre in provvedimenti non è l’unica cosa che conta. La traduzione effettiva è fortemente influenzata dagli attori coinvolti (persone interessate), dal loro modo di pensare e le loro convinzioni, i loro atteggiamenti, i processi di implementazione e i contesti a livello macro governativo e micro istituzionale. Inoltre, la produzione e la diffusione di grandi quantitativi di informazioni sanitarie scientifiche rendono ancora più difficile individuare e reperire in maniera adeguata le prove che contano veramente per un contesto specifico.

    In questo ambito di competenza facciamo ricerche sul processo di comunicazione alla base del dialogo tra persone interessate, p. es. un confronto strutturato in cui le persone interessate collaborano per una comprensione comune e per raggiungere un accordo circa la soluzione ad un dato problema. Nello specifico, abbiamo sviluppato una metodologia per consentire alle persone interessate di confrontarsi e prendere delle decisioni. Tale metodologia si basa sui contenuti della teoria dell’argomentazione.

Aderire ora come membro e ricevere in caso d’emergenza un sussidio sostenitori di CHF 250'000.

Donare ora per sostenere i nostri progetti a favore delle persone para e tetraplegiche.