Informazioni relative al coronavirus

23.10.2020

Per il Centro svizzero per paraplegici (CSP) la salute sia di tutti i pazienti che dei collaboratori è di fondamentale importanza. Per questo motivo sull’intero complesso del Gruppo Svizzero Paraplegici vige l’obbligo di indossare una mascherina. Nelle strutture del CSP e del SIRMED non è permesso indossare mascherine di stoffa o qualsiasi altra mascherina privata, bensì è obbligatorio fare uso di quelle messe a disposizione all’entrata.

Il Canton Lucerna ha adottato delle nuove immediate misure di contenimento della pandemia di Covid-19. Da sabato 24 ottobre 2020 nell’intero canton Lucerna è in vigore un divieto di visite negli ospedali, nelle case di cura e per anziani nonché negli stabilimenti di cura. Per questo motivo da subito non sono più consentite le visite ai pazienti degenti nel Centro svizzero per paraplegici.

Ultime news su COVID-19

 

Il coronavirus ha ripercussioni anche sull’attività presso il complesso di Nottwil. Qui troverete tutte le informazioni importanti.

  • ParaForum – aperto il centro visitatori

    La esposizione interattiva nel ParaForum è aperta.

     

    Le visite guidate al CSP 

    Provvisoriamente le visite guidate avranno luogo in una modalità leggermente diversa dal solito. I gruppi interessati saranno informati.


    Ristorante Centro

    Il ristorante Centro nel CSP è aperto ai pazienti ricoverati, ai loro visitatori, ai pazienti ambulatoriali e alle persone che li accompagnano nonché agli utenti della piscina coperta, al mattino fino alle ore 11.00 e nel pomeriggio dalle ore 13.00 alle 18.00.

    • Nell’area del ristorante, sia all’interno che all’esterno, è obbligatorio rispettare il limite di 4 persone per tavolo e gli avventori possono togliere la mascherina soltanto se sono seduti al tavolo.
    • Per chi fa uso dei tavoli vi è inoltre l’obbligo di registrare, tramite il codice QR o in forma cartacea, il proprio nome e un contatto.
    • Troverete informazioni più dettagliate in merito direttamente ai tavoli nonché nella zona d’ingresso del ristorante.


    Strutture sportive Campus Nottwil e piscina

    Gli impianti sportivi e la piscina sono di nuovo aperti e possono essere utilizzati nel rispetto dei piani di protezione.

  • 5 e 6 settembre 2020

    La celebrazione dell'anniversario SPZ30 è rinviata al 2021.

     

     

     

     

  • Active Communication

    A causa della situazione attuale, l'ufficio di Steinhausen rimarrà chiuso per le visite dei clienti. Tuttavia, il team di consulenti Active continuerà ad essere a disposizione dei propri clienti per telefono e per e-mail negli orari abituali. Informazioni Active Communication sul Coronavirus qui (Tedesco).


    Hotel Sempachersee

    L’Hotel Sempachersee è aperto al pubblico.


    Orthotec è sempre al servizio dei clienti

    I clienti ambulatoriali sono pregati di contattarci telefonicamente per fissare un appuntamento. Qui trovate le Informazioni Orthotec sul Coronavirus qui.


    ParaHelp

    Ci atteniamo alle raccomandazioni dell'UFSP e ridurre al minimo le visite personali. Informazioni ParaHelp sul Coronavirus qui.


    SIRMED

    Da ora e fino al 19 Aprile 2020 SIRMED non terrà alcun seminario, né a Nottwil né presso i clienti. Informazioni SIRMED sul Coronavirus qui.

  • Le persone con lesione midollare rientrano nel gruppo di persone a rischio?
    Le persone mielolese non rientrano necessariamente nel gruppo di persone a rischio, bensì dipende dal livello della lesione e dalle condizioni di salute generali della persona in questione. Le persone paraplegiche sono paralizzate fino ca. all’altezza del ventre, mentre quelle tetraplegiche hanno una paralisi più alta che, in caso di una tetraplegia completa, ad es. può limitare anche la funzione respiratoria. Di conseguenza esse sono più a rischio rispetto ai paraplegici. Per maggiori informazioni: Capire la lesione midollare.

    Il Centro svizzero per paraplegici come sostiene il Canton Lucerna?
    Per conto del Canton Lucerna, il CSP ha allestito sul proprio complesso il Medical Center Luzern (MCL) per pazienti positivi al coronavirus. Quest’ultimo è dotato di 220 letti e verrà impiegato unicamente se gli enti ospedalieri circostanti, quali l’Ospedale cantonale di Lucerna (LUKS), la clinica Hirslanden St. Anna, il CPS e lo stabilimento di cura Sonnmatt, hanno raggiunto il limite di capacità. Inoltre il CSP mette completamente a disposizione per il trattamento medico di pazienti affetti da COVID-19 l’intera nuova ala nord, dotata di 100 posti di degenza, incl. unità di terapia intensiva e ben 30 ventilatori. Per maggiori informazioni leggere il comunicato stampa (in tedesco).

    Perché il vecchio ospedale militare di fianco al CSP non viene messo in funzione?
    L’ex ospedale militare di fianco al Centro svizzero per paraplegici attualmente funge da magazzino e in quanto tale non può più adempiere alle funzioni di un ospedale.

    Tutte le domande su coronavirus Covid-19
    Avete domande su contagio e rischi, viaggi e turismo, sintomi, diagnosi, trattamento dell’infezione e protezione dal contagio? Qui trovate le risposte sul sito FAQ web dell'UFSP.

  • In Svizzera sempre più persone si ammalano del nuovo coronavirus. Per fare in modo che la situazione cambi, tutti devono agire responsabilmente e restare a casa. Soltanto così si potrà limitare il numero di casi gravi e impedire il sovraccarico nel nostro sistema sanitario.