Operation im Schweizer Paraplegiker-Zentrum

Lo specialista della colonna vertebrale

L’agenda di Michael Fiechter è fitta di appuntamenti: riunione quotidiana in reparto, visita ai pazienti, colloqui con l’équipe

 

Testo: Peter Birrer
Foto: Beatrice Felder

Michael Fiechter Schweizer Paraplegiker-Zentrum

Il Dr. med. Dr. sc. nat. Michael Fiechter è dal 2018 medico capoclinica Chirurgia del rachide e Ortopedia nonché specialista in Neurochirurgia nel Centro svizzero per paraplegici.

    • Qual è la particolarità della sua attività? L’attività di chirurgo vertebro-midollare nel Centro svizzero per paraplegici è caratterizzata dal fatto che dobbiamo affrontare regolarmente quadri clinici altamente complessi. Questi richiedono competenze sia a livello neurochi-rurgico che a livello di chirurgia del rachide e di ortopedia. Grazie al fatto che nella nostra équipe ortopedici e neurochirurghi lavorano in stretto contatto tra loro, ai nostri collaboratori è data l’opportunità di apprendere il know-how clinico e operatorio necessario per il trattamento delle patologie del rachide e offrire nel contempo ai nostri pazienti un’assistenza di altissima qualità.

    • Quali sono le sfide con le quali deve confrontarsi nel suo lavoro?  La sfida sta nel raggiungere la prestazione ottimale in tutti gli ambiti della nostra attività, senza tuttavia trascurare né gli interessi del paziente, né quelli della clinica. In questo contesto hanno un ruolo determinante una buona gestione del tempo, ma anche una sufficiente resistenza psichica e fisica. Un buon rapporto interpersonale con il paziente che soffre di disturbi cronici alla schiena e che si reca da noi in cura ad intervalli regolari è un altro aspetto fondamentale per il successo duraturo di una terapia e la sua importanza è almeno tale, quanto lo è la competenza chirurgica.

    • Perché c’è stato bisogno di me oggi? Perchè i pazienti con patologie della schiena beneficino della nostra competenza specialistica nel CSP.

Un apprendimento continuo

Particolarmente attratto dalla chirurgia e dal sistema nervoso già durante gli studi di medicina, aveva scoperto la sua affinità per un’«attività manuale». Dopo la sua specializzazione in Neurochirurgia, punta alla chirurgia del rachide e del midollo spinale, disciplina che richiede una destrezza e una capacità di concentrazione ben particolari. Il giovane medico di grande ambizione giunge a Nottwil all’inizio del 2018. Porta con sé già un bagaglio di esperienza, ma ci confida: «Imparo qualcosa tutti i giorni, soprattutto dai miei superiori.» Ciò che gli sta a cuore è la sincerità verso i pazienti, dire loro come stanno le cose. «Non facciamo miracoli», aggiunge, «ma garantiamo a ogni paziente di impegnarci con tutto il nostro sapere e le nostre risorse per aiutarlo». Prima di ogni operazione esamina i rischi e le possibili complicanze. Per un chirurgo è una cosa elementare. Così si bandisce la routine e si aumenta la flessibilità per le situazioni impreviste.

«Non facciamo miracoli», aggiunge, «ma garantiamo a ogni paziente di impegnarci con tutto il nostro sapere e le nostre risorse per aiutarlo»

Interventi poco invasivi

La vivacità degli scambi all’interno di un’équipe interdisciplinare, i tragitti brevi, l’ampio spettro delle prestazioni, sono aspetti che rendono il lavoro presso il CSP così speciale. In generale, nel CSP gli interventi chirurgici sono eseguiti da due specialisti che si fanno da spalla, col vantaggio della duplice esperienza: «Tecnicamente i nostri interventi sono di livello molto elevato», prosegue Dr. Fiechter, che apprezza anche la stretta collaborazione con gli altri ospedali della Svizzera centrale, una filosofia perseguita da Nottwil. La microchirurgia è la sua passione, sono interventi su strutture piccolissime con l’aiuto del microscopio. Quando non è in sala operatoria, Michael Fiechter intrattiene il contatto con i pazienti, interloquire con loro è importante per lui. Ha imparato ad affrontare le difficili situazioni dei pazienti in modo obiettivo ma senza sopprimere le emozioni: «Nel momento in cui la relazione emozionale con il paziente non c’è più, bisogna chiedersi se non è meglio cambiare mestiere.»

Michael Fiechter OP im Schweizer Paraplegiker-Zentrum
Michael Fiechter Sprechstunde Schweizer Paraplegiker-Zentrum

Un centro per la schiena per tutti

Alcuni casi lo scombussolano talmente da pensarci anche sul tragitto verso casa. Se i pensieri non lo mollano, ne parla con sua moglie, medico pure lei. Padre di due figlie piccole, va regolarmente a correre e si allena agli attrezzi. Non basta essere un buon specialista, conta anche una buona condizione fisica per resistere durante le operazioni che possono durare molte ore. Michael Fiechter e la sua équipe trattano casi di grande complessità, tuttavia anche gli interventi di routine, come le operazioni di ernia al disco, sono per lui altrettanto importanti. Sottolinea che il CSP non è aperto soltanto alle persone mielolese, ma a tutti: «Le competenze nel nostro Centro svizzero per la schiena sono al servizio dell’intera popolazione e di tutti coloro che hanno bisogno delle cure di uno specialista della schiena».

Questo potrebbe interessare anche voi 

Lavorare presso il Gruppo Svizzero Paraplegici (in tedesco)